FONTANA

MACCHINE LIVELLATRICI

Fontana srl si è specializzata nel livellamento del terreno e di ogni altro tipo di materiale.
La ditta FONTANA ha a listino una gamma di livellatrici modulari a controllo laser (brevettate e omologate), che possono essere utilizzate sia in agricoltura che nell’ambito dell’edilizia (per il livellamento di serre, capannoni, campi sportivi, piazzali, strade e aeroporti).
Le larghezze di lavoro variano da m 1,50 a m 8 nei diversi modelli.
Quello effettuato dalle macchine FONTANA è un livellamento di precisione, ottenuto grazie all’utilizzo dell’impianto laser.

 

Clicca qui per andare sulla pagine web.

Livellatrici Serie MIG-PRO

Caratteristiche:

• Piccole livellatrici ideali per campi sportivi, giardini, serre e spazi ristretti.
• Impianto oleodinamico alimentato dal trattore.
• Gancio traino a 3 snodi.
• Possibilità di aggiunta moduli di prolunga per la lama sui modelli MIG-PRO 150 e MIG-PRO 200.

Scrapers

Caratteristiche:
• Notevole facilità di riempimento su qualsiasi tipo di terreno.
• Costruzione sovradimensionata utilizzando materiali di ottima qualità e curando ogni particolare.
• Vomere in acciaio antiusura fresato e, a richiesta, dotato di denti.
• Valvole di blocco e di sicurezza.
• Gancio traino a 3 snodi a forcella modello "Fontana".
• Impianto oleodinamico alimentato dal trattore con valvola di sicurezza.
• Impianto luci regolamentare.

Impianti laser

Per ottenere la massima precisione di livellamento, sia nel caso di piani orizzontali (es. risaie) che di singole o doppie pendenze, si utilizzano impianti automatici a controllo laser.
Essi sono composti da:
• trasmettitore, da applicare su un treppiede telescopico e da posizionare al centro del sito da livellare (o a metà del lato più lungo, su una strada adiacente o su un argine)
• ricevitore, da collocare sull’asta graduata idraulica della livellatrice
• control box di comando da collocarsi nella cabina del trattore
• set di cavi
Il trasmettitore invia un raggio laser a 360°; il ricevitore capta questo segnale e lo invia alla centralina (control box) che lo elabora e, tramite una elettrovalvola, comanda il movimento di un cilindro idraulico (che alza o abbassa la lama).